Concimazione PRIMAVERILE

L’inverno è terminato e le piante si preparano all'inizio di un nuovo anno, è quindi il momento migliore per  dare loro  un po' di concime per poter germogliare più in fretta,  ma anche dare possibilità al terreno di  arricchirsi di nuove sostanze nutritive.

 

La concimazione primaverile è senza dubbio la concimazione più importante dell'anno in quanto serve per dare la spinta alla vegetazione per iniziare un nuovo anno; serve molto alla prima vegetazione dell'anno (tra marzo e maggio) che è la più intensa, e che per molte piante rappresenta ben oltre della metà della crescita annuale.

 

È  molto importante infatti per le  piante, ricevere  una quantità di concime adeguato senza però inutili esagerazioni. 

 

Per le piante a dimora in piena terra è importante inquanto le rende più belle, verdi e sane ma lo è molto di più per quelle che invece sono in contenitore; per loro la concimazione rappresenta la maggior parte dell'apporto di sostanze nutritive alle quali può accedere; anche il migliore dei terricci in qualche anno si esaurisce e necessità di essere integrato costantemente.

 

La concimazione di primavera è anche la "più facile" perché buona parte dei prodotti sono validi per effettuarla, si consigliano sempre e comunque prodotti completi con micro elementi piuttosto che preparati atti a spingere la pianta al lavoro eccessivo che però poi le tolgono equilibrio.

 

In ogni caso conviene farsi consigliare da un esperto il prodotto più indicato in base alle esigenze delle piante, al loro stadio vitale ed alle condizioni generali.


Alcune indicazioni pratiche:

 

 

 

-se si desidera fare un unico intervento che perduri  tutta la primavera si consiglia un concime a lenta cessione che si conserverà  fino all’arrivo della stagione estiva;

 

-se si desidera invece potenziare il lavoro delle piante e del terreno si consiglia di mischiare il concime a lenta cessione con un ulteriore  materiale organico all’inizio e a primavera inoltrata;

 

-se si desidera accrescere ulteriormente il lavoro delle piante è importante abbinare alle concimazioni tradizionali un concime liquido, molto più efficace anche se meno duraturo nel tempo e più difficile da impiegare.

 

Oltre alle piante occorre occuparsi anche del prato che necessita inevitabilmente di un buon concime per poter iniziare la stagione.

 

A questo proposito si consiglia  un concime prevalentemente azotato, da somministrare  in 2 trattamenti: il primo in questo periodo con un trattamento “più blando” ed un altro più corposo nelle 3/4 settimane successive.

 

Si tiene a precisare per chi fosse  intenzionato alla scelta di un  trattamento solo in  “lenta cessione” che i risultati che si possono ottenere sono comunque ottimali.

SCOPRI COME USUFRUIRE AL MEGLIO DEL NOSTRO SERVIZIO DI FITOFARMACIA "CURARE LE NOSTRE PIANTE CON AMORE E RISPETTO"


Scrivi commento

Commenti: 0