Malattie FUNGINE _ PRATO

Questo articolo di poche righe non vuole essere un manuale che svela tutti i segreti delle malattie del prato anche perché non sarebbe possibile.

 

La cosa più importante per un privato è cogliere  quelle piccole differenze che passano tra un problema fungineo e un problema colturale in maniera da non perdere tempo in caso di fungo e di non fare trattamenti inutili quando invece non servono.

 

La maggior parte delle malattie fungine si presentano in forme circolari e solo in casi gravissimi si diffondono in tutto il tappeto, quindi se notiamo delle macchie irregolari o di forme ben definite ma non tondeggianti difficilmente sono da imputare ad un fungo ma bensì sono causati più probabilmente da problemi irrigui o da trattamenti diserbanti errati.

 

La malattia funginea parte da un punto nel prato e si allarga creando una zona esterna diversa da quella centrale, se le macchie circolari sono invece di colore omogeneo, non si espandono nel corso dei giorni ma anzi presentano lievi segni di ripresa molto probabilmente si tratta di bruciature da deiezioni o da errate concimazioni.

 

Un'altro segno da controllare è se il prato malato tirandolo rimane attaccato o si stacca facilmente, non è una regola scientifica ma nel primo caso potrebbe non essere un fungo.

 

Siccome le situazioni sono tante, vi invito a scriverci così da poter pian piano ampliare questo articolo con le vostre domande e soprattutto vi ricordo che in caso di dubbio fare qualche foto e passare da un professionista è la cosa migliore.

SCOPRI COME USUFRUIRE AL MEGLIO DEL NOSTRO SERVIZIO DI FITOFARMACIA "CURARE LE NOSTRE PIANTE CON AMORE E RISPETTO"


Scrivi commento

Commenti: 0