Correzione del TERRENO

Stratificazione del terreno

Piante migliori in un terreno migliore

1 - Strato attivo

2 - Strato inerte

3 - Sottosuolo

4 - Falda

5 - Strato impermeabile 

Clicca sul nome per conoscerne il significato..

Possibili condizioni da correggere:

TERRENO ECCESSIVAMENTE COMPATTO

 Argilloso: caratterizzato da un cattivo drenaggio dell'acqua piovana o di irrigazione , è pesante e difficile da lavorare e tende a compattarsi dando origine a uno strato impermeabile e creando una condizione di asfissia per le radici ( scarso scambio di aria con la superficie).

INTEVENTO CORRETTIVO: 

Aggiunta di sabbia e sostanza organica (stallatico) nei primi 40/50 cm tramite vangatura o aratura.

TERRENO SABBIOSO

 Sabbioso: caratterizzato dalla scarsa capacità di trattenere acqua, solitamente è povero.

INTEVENTO CORRETTIVO: 

Aggiunta di sostanza organica nei primi 40/50 cm tramite vangatura o aratura.

TERRENO ACIDO O BASICO

Condizione sfavorevole o meno, in relazione alle piante scelte. Se si intende utilizzare delle specie acidofile è importante che il terreno sia adatto. L'unico modo per testare il PH del terreno è testarlo con una cartina tornasole.

INTEVENTO CORRETTIVO: 

Effettuare acidificazione tramite sostituzione della terra (unendo leca e terriccio acido). Oppure aggiungere acidificanti (solfato di ferro, aghi o corteccia di pino, sostanze organiche)


Cliccando sulle parole sottolineate in verde potrete accedere al nostro glossario, dove troverete tutti i termini specifici utilizzati nelle nostre newsletter, in caso non ne conosciate alcuni.


Torna ai consigli botanici:


Scrivi commento

Commenti: 0