Piante ACIDOFILE

PIANTE ACIDOFILE

Le piante acidofile sono quelle essenze che per vivere necessitano un terreno con PH acido, le più comuni e diffuse nono azalea, rododendro, ortensia, camelia, pieris, skimia, kalmia , ecc…

 

Essendo piante con una così evidente particolarità richiedono degli accorgimenti specifici per ottenere dei buoni risultati, soprattutto nelle nostre zone dove l'acqua è particolarmente calcarea quindi alcalina.

 

Per ottenere buoni risultati occorre quindi lavorare sulla parte della pianta che non vediamo: le radici, occorre mantenere il ph del terreno basso, utilizzando tutti quei prodotti che, studiati specificatamente per questo tipo di pianta, oltre che concimare eseguono questa funzione, l'acidità del terreno non si cambia dall'oggi al domani, occorre quindi essere metodici (un paio di volte l'anno), non trascurare le piante per lunghi periodi e non aspettarsi risultati immediati.

 

Di concimi per le acidofile in commercio ce ne sono tanti, è importante valutare bene quali sono le funzioni specifiche di ognuno e scegliere una buona alternanza dei quali in maniera da non rischiare di avere accumuli di qualche elemento e mancanze di qualcun'altra. Mantenere belle o farle tornare belle queste piante è anche molto più facile di quello che sembra basta prendere la strada giusta ed avere pazienza.

 

La maggior parte di queste piante inoltre hanno esigenze di luce limitate, quindi è importante informarsi su quale sia il posto giusto dove collocarle e sceglierlo di conseguenza all'interno del giardino.

 

L'argomento che tratta questo insieme di piante è molto ampio per cui non mancheremo di trattarlo nuovamente in futuro, vi invito comunque ad avanzare domande se ne avete di specifiche.

Rododendro


SCOPRI COME USUFRUIRE AL MEGLIO DEL NOSTRO SERVIZIO DI FITOFARMACIA "CURARE LE NOSTRE PIANTE CON AMORE E RISPETTO"


Scrivi commento

Commenti: 0